Absence: Il gioco dei quattro (lettura estiva per chi ama le trilogie)

Absence: Il gioco dei quattro (lettura estive per chi ama le trilogie)

Evviva, sono sicura che molti di voi sono già al mare e probabilmente con qualche libro sotto l’ombrellone.

Ma se non avete ancora scelto, vi propongo il primo volume della trilogia Absence.

Il gioco dei quattro è il libro perfetto per chi ama le letture che definisco accattivanti e molto interessante a livello intellettivo. Infatti la nostra giovane scrittrice Chiara Panzuti è stata in grado, nonostante la sua giovane età, di scrivere una trilogia Absence, capace di “rapire” la nostra attenzione e di farci riflettere su temi molto attuali. La trama di questo primo volume è una storia che riguarda le problematiche dei nostri giorni. Quante volte ci siamo sentiti “invisibili” e non compresi? Sì, avete capito bene, è proprio il tema dell’invisibilità, mixato a quello della perdita di consapevolezza, che viene trattato.

Chi è il vero nemico della società? L’indifferenza che l’essere umano ha verso il mondo che lo circonda e verso le persone che lo abitano.

Dove lo potete acquistare? Su Amazon ovviamente a questo link.

Chiara Panzuti, giovane scrittrice che ha già dimostrato la sua capacità di lasciare il segno con i suoi testi, ci sorprende con Absence

Chiara ha coltivato la sua passione per la scrittura fin da piccola e basta leggere le prime pagine de Il gioco dei quattro per capire che non è solo passione ciò che la spinge a mettere su carta i suoi pensieri. La capacità di raccontare, come l’uomo ogni giorno sia più alienato dalla realtà, è stupefacente. Riesce a colpire nel segno di chi legge e lo pone nella situazione di dover riflettere sulle proprie azioni. Ad esempio, vi è mai capitato di stare a tavola con gli amici e ad un certo punto alzare lo sguardo e vedere che tutti (compresi voi) siete al cellulare? Scommetto di sì, ma sono anche convinta che non avete mai riflettuto su quanto sia dannoso per i rapporti interpersonali. Chiara vi porrà davanti a questa grande malattia dei nostri giorni e… Volete saperne di più? Sapete come fare allora.