Cambio di stagione armadio: suggerimenti per una perfetta organizzazione

Cambio di stagione armadio: suggerimenti per una perfetta organizzazione

Sono pronta a scommettere (e vinco di sicuro) che anche voi detestate fare il cambio di stagione nel vostro armadio. Non è “un’operazione” così facile da fare, ma per questo motivo ho pensato di proporvi i migliori suggerimenti che in questi anni mi hanno permesso di farlo senza troppo stress. Il trucco per evitare un vero e proprio “esaurimento da cambio guardaroba”? Semplice: organizzazione e alleati utili. Siete pronti per iniziare questa avventura insieme? Bene, prendetevi una mattinata o un pomeriggio, spegnete il cellulare, fate partire la vostra playlist… Ma prima “armatevi” dei seguenti alleati:

  • Due ceste o sacche grandi.
  • Almeno 5 scatole con coperchio dimensione maxi
  • Sacchetti profumati (scegliete la vostra fragranza preferita)
  • Etichettatrice (l’alleata che ci permetterà di trovare tutto ciò che cerchiamo senza dover “disfare” il lavoro fatto in mezza giornata)

Cambio di stagione armadio? Tempo e organizzazione!

In questi anni ho imparato che ci vogliono tre fasi per un perfetto cambio guardaroba stagionale. La prima fase è dedicata al check dei vostri capi d’abbigliamento, che vi permetterà di eliminare il superfluo e portare a sistemare ciò che è necessario. Durante questa prima parte usate le due ceste (o sacche) e inserite:

  • nella prima tutto ciò che non indosserete più il prossimo anno! Come capirlo? Semplice, se durante tutta l’estate non lo avete messo, allora non abbiate pietà e lanciatelo dentro questa sacca. Scegliete in seguito se regalarli o donarli.
  • nella seconda invece i capi che vanno sistemati, perché avete perso un bottone oppure deve essere sostituita una chiusura lampo o rifatto l’orlo scucito.

È il momento di organizzare i capi estivi da mettere via e quindi vediamo la seconda fase.

Prendete le vostre cinque maxi scatole (con i coperchi mi raccomando per evitare che la polvere li sporchi o li macchi) e disponetele vicino all’armadio (voi starete in mezzo per agevolare “l’operazione” e guadagnare tempo). Iniziate a piegare e inserire i vostri capi all’interno delle box ma suddivise in questo modo:

  • Box 1: Abiti lunghi e corti
  • Box 2: Pantaloni lunghi e corti
  • Box 3: Gonne lunghe e corte
  • Box 4: Top, maglie e blouse
  • Box 5: Costumi da bagno (bikini e interi), copri-costumi e pareo

È ovvio che se avete poche gonne e pantaloni, potrete inserirli nella stessa box, ma l’importante e non mettere nella stessa scatola gonne, abiti e maglie. Perché? Supponete che a per Capodanno decidete di fare un viaggio ai Caraibi. Vorrete perdere un’ora ad aprire tutte le box per cercare il bikini vita alta che tanto amate?

Archiviamo e il cambio stagione del nostro armadio è fatto!

Ma attenzione in questa terza fase del cambio stagione nel guardaroba, la nostra alleata è l’etichettatrice. La uso da anni e non solo per fare questo fatidico cambio di vestiario del guardaroba. Infatti, come beauty blogger che ogni giorno prova tanti prodotti di bellezza, non posso che essere felice della sua utilità, perché sono riuscita ad organizzare tutti i cosmetici di make-up (guardate le foto della stanzina degli accessori e trucchi). Stesso discorso per gli accessori, in quanto ho potuto organizzare un baule con i cassetti e adesso trovo tutto in pochi minuti.

Ma torniamo alla nostra terza e ultima fase. Questo è il momento di aggiungere i sacchetti profumati, chiudere le scatole e scrivere cosa contengono. Con il pennarello? Ma no! Utilizzare l’etichettatrice vi permetterà di attaccare l’etichetta corrispondente al contenuto. Per il cambio armadio della stagione successiva vi basterà semplicemente sostituire l’etichetta in modo da poter riutilizzare la scatola. L’etichettatrice potrà esservi utile anche per organizzare altre stanze della casa. Quest’anno io ho cambiato il modello e ho scelto la P-touch CUBE di Brother (brand di tutte le mie etichettatrici). La potete trovare nel loro store online e se vi iscriverete al Brother Club, sarà possibile ottenere uno sconto del 10% e la spedizione gratuita.

P-touch CUBE: etichettare con stile per una vita organizzata (e un guardaroba in ordine)

Ma come si usa la P-touch CUBE? Non potevo non recensirla, anche perché questo modello permette di usare la fantasia.

  • Prima di tutto scaricare sul vostro dispositivo elettronico l’app P-touch Design&Print. Aprite quindi lo sportellino laterale destro dell’etichettatrice e inserite le pile. Potete anche collegarla alla presa ed evitare di usare le pile, ma io preferisco così, perché la porto con me in qualsiasi stanza.
  • Richiudete e aprite quello di sinistra per mettere il tape cassette desiderato. Potete scegliere tra vari modelli come quello con il nastro grigio (che ho usato per le box), quello colorato declinato in rosa, verde e grigio (utilizzato nella cassettiera del make-up per dare un touch girly) oppure quelli che si possono stirare sul tessuto (ideali per mettere via i vestiti di gala).
  • Una volta caricata l’etichettatrice (e chiusi gli sportellini laterali), si avvia l’applicazione sul cellulare (dispositivo che ho scelto), facendo attenzione che la funzione bluetooth sia attiva. Si collega quindi alla macchina, seguendo le facili ed intuitive indicazioni (basterà fare click sul pulsante “cercare la P-touch Cube in uso” e collegare nella lista dei dispositivi bluetooth del vostro telefono).
  • A questo punto siete pronti per creare le vostre etichette e potete guidarvi grazie ai suggerimenti divisi per categorie. Ad esempio nella foto che vedete ho scelto “ripostiglio” e poi
    • ho deciso il modello dell’etichetta, il tipo di carattere, il colore del nastro (in base alla tape cassette che avevo messo nella P-touch CUBE), la sua lunghezza, larghezza e grandezza.
    • Ho scritto la parola che desideravo stampare e ho fatto click sul bottone “Stampa” (tenendo come opzione una sola copia) e ho rifatto click sulla parola stampa.
    • A questo punto l’etichetta è uscita dalla P-touch CUBE e ho solo tagliato (premendo l’apposito bottone) e staccato la pellicola trasparente per poterla attaccare.

Se mi seguite su Instagram, vi anticipo che Elisabetta vi farà vedere come usare la P-touch Cube per creare dei fiocchi regalo glamour e chic per i doni di Natale ed io vi racconterò più avanti come usarla anche in cucina e in bagno (immaginate quanti prodotti skincare ho…).

Post Blog in collaborazione con Brother

P-touch Cube