Sorrento è gusto, storia, cultura, paesaggi mozzafiato e...

Sorrento è gusto, storia, cultura, paesaggi mozzafiato e…

Alla scoperta di Sorrento in “compagnia” della Fondazione Biagio Agnes.

Finalmente posso spuntare dalla mia lista “cose da fare nella mia vita”, la visita della splendida Sorrento. L’unico problema è che dopo tre giorni di full immersion in questa incantevole località, mi è rimasta una gran voglia di tornarci con calma per assaporare ogni suo aspetto. Sì, perché questa cittadina costiera della penisola sorrentina è eccellenza, ospitalità, incanto e fascino. E sapete come ho scoperto tutto ciò? Grazie alla Fondazione Biagio Agnes che ha scelto Piano di Sorrento, presso il Museo Archeologico Georges Vallet, per il Forum Turismo e Cultura. Si è tenuta una tavola rotonda, durante la quale si è parlato del tema “Gastronomia e Territorio: un mix vincente per le vacanze” ed avvenuta la Cerimonia di consegna “Premio Virgo Turismo e Cultura 2019”.

Forum Turismo e Cultura a Piano di Sorrento: la vacanza si sceglie anche per la gastronomia.

Durante la tavola rotonda, moderata dalla giornalista Monica Marangoni, sono stati esposti punti di vista molto interessanti, come ad esempio quello della giornalista Manuela Soressi. In modo molto semplificato e chiaro, ci ha spiegato che ogni giorno più persone (non solo noi italiani) scelgono la destinazione delle vacanze anche per il cibo (circa il 45%). Altro intervento interessante è stato quello della giornalista Claudia Sorlini, che ha sottolineato come il “cibo” sia diventato uno status sociale e il modo in cui i piatti tipici di un posto raccontino gli aspetti socio-culturali di un popolo. Mentre la giornalista Mariagrazia Villa ci ha raccontato l’importanza dello storytelling  per “legare” la gastronomia alla cultura e di quanto sia facile, visto che proprio il cibo stia all’incrocio di tutte le aree della nostra vita.

Vendere l’italianità e trasformare in lifestyle brand i prodotti DOP 

Tra i vari interventi ho apprezzato molto quello del giornalista Fabrizio Raimondi, in quanto ha “toccato” punti a me sconosciuti. Con un breve e conciso discorso è stato in grado di dimostrare come il cibo, da aspetto culturale del Bel Paese, sia diventato un vero business. Ma non un commercio qualsiasi, bensì intelligente in quanto si “vende l’italianità” e non solo all’estero. E come si arriva a ciò? “Trasformando i prodotti DOP in lifestyle brand”. Geniale, vero? Ma non finisce qui! Infatti ha sottolineato come sia cambiata la percezione del cibo, perché ora il consumatore è sempre più consapevole di ciò che mangia. Ma non gli basta, perché vuole persino conoscere se esiste una tutela dell’ambiente in cui vengono prodotti o processati gli alimenti che mette a tavola. 

E come blogger ahimè devo dire la mia…

Questa tavola rotonda mi ha arricchito molto, l’unica pecca è il fatto che non ci sia stato tempo per spiegare l’importanza dei social nella scelta di una vacanza. Come direttore tecnico di un’agenzia di viaggi, vi posso assicurare che ho visto cambiare in 19 anni il modo in cui la clientela (di età e strati sociali diversi) sceglie “dove andare in vacanza”. Vi posso assicurare che i social sono un fattore molto importante ed è “impressionante” come influenza le persone anche nella scelta delle vacanze. Detto ciò, sentire che “gli stranieri vengono in Italia perché i nostri emigranti (e i miei nonni lo sono stati) hanno fatto conoscere i nostri piatti italiani all’estero e questo causa curiosità”, è veramente un concetto datato e non può più essere considerato al giorno d’oggi. Il perché lo sapete meglio di me, visto che sui social ne parliamo in continuazione. Come sempre vi “racconto” in questo blog, io rispetto tutte le opinioni, ma non evito di dire ciò che penso. 

Premio Virgo Turismo e Cultura 2019: premiati lo chef Antonino Montefusco e la conduttrice televisiva Elisa Isoardi

In occasione della IV edizione del Forum Turismo e Cultura della Fondazione Biagio Agnes, si è tenuta la Cerimonia di consegna del “Premio Virgo Turismo e Cultura 2019”. I premiati sono stati due personaggi che ho avuto la possibilità di conoscere e apprezzare dal vivo. Il primo è Antonino Montefusco (di cui vi parlerò in prossimo post) Executive Chef del Grand Hotel Excelsior Vittoria. E poi una start della TV italiana e conduttrice del programma “La prova del cuoco”, ovvero Elisa Isoardi, che ha dimostrato come l’umiltà e la capacità di mostrarsi trasparente sia un mix vincente. Che possa io tornare a vedere la TV italiana? Diciamo che assistere alla sua intervista, ha creato curiosità in me e probabilmente guarderò qualche puntata di questo programma.

Simona Agnes e la Fondazione Biagio Agnes

Un “applauso” virtuale va al lavoro eccezionale di Simona Agnes e il suo team. Non solo per la scelta di questa splendida località italiana, ma perché è stata in grado di coinvolgere (grazie a questa manifestazione) giornalisti, blogger e soprattutto gli studenti dell’Istituto Professionale Statale per i Servizi Alberghieri e della Ristorazione F. De Gennaro di Vico Equense. Credetemi non è facile realizzare un lavoro di questo genere (e senza usare Twitter! Se avessimo avuto quest’opportunità, vi assicuro che il Forum finiva nei trend topic). Ogni dettaglio è stato studiato nei minimi particolari e nulla (ma proprio nulla) è stato lasciato al caso.

Ma chi è Simona Agnes? Tranquilli mi sono informata, perché dopo averla vista all’opera, la curiosità e l’ammirazione hanno preso il sopravvento.

E’ la presidente della Fondazione Biagio Agnes!

Ecco cosa troverete sul web, ma credetemi… Ciò è troppo riduttivo. La fondazione porta il nome di suo papà, ma  più che leggere il comunicato stampa per capire di cosa si tratta veramente. Dovreste chiedere a lei chi era Biagio Agnes e quali erano i suoi valori. Scoprirete l’ammirazione e l’amore per suo padre e quanto sia importante per lei onorare la sua vita e il suo lavoro, attraverso la realizzazione di una serie di iniziative culturali.

Prossimamente vi racconterò “dove mangiare e dove dormire a Sorrento per una vacanza da sogno” e “Cosa vedere in autunno nella città della penisola sorrentina che ha conquistato il mio cuore”.

Il mio ringraziamento di cuore va alla grande Isa Grassano, giornalista e scrittrice (ma soprattutto grande amica) che ancora una volta è stata la fautrice di uno dei miei sogni e al Sindaco Vincenzo Iaccarino di Piano di Sorrento, che ha trovato il tempo anche per fermarsi a parlare con noi blogger.   

Finalmente puedo marcar mi lista de “cosas que hacer en mi vida”, la visita de la hermosa Sorrento. El único problema es que después de tres días de inmersión total en esta encantadora ciudad, todavía tenía un gran deseo de volver a ella con calma para saborear cada aspecto de ella. Sí, porque esta ciudad costera de la península de Sorrento es excelencia, hospitalidad, encanto y encanto. ¿Y sabes cómo descubrí esto? Gracias a la Fundación Biagio Agnes, que eligió Piano di Sorrento, en el Museo Arqueológico Georges Vallet, para el Foro de Turismo y Cultura. Se llevó a cabo una mesa redonda, durante la cual se discutió el tema “Gastronomía y territorio: una combinación ganadora para las vacaciones” y se llevó a cabo el “Premio Ceremonia de Turismo y Cultura Virgo 2019”.

Foro de Turismo y Cultura Piano di Sorrento: las vacaciones también se eligen por la gastronomía.

Durante la mesa redonda, moderada por la periodista Mónica Marangoni, se expusieron puntos de vista muy interesantes, como el de la periodista Manuela Soressi. De una manera muy simplificada y clara, nos explicó que cada día más personas (no solo italianos) eligen el destino de sus vacaciones también para comer (alrededor del 45%). Otra intervención interesante fue la de la periodista Claudia Sorlini, quien enfatizó cómo la “comida” se ha convertido en un estatus social y la forma en que los platos típicos de un lugar cuentan los aspectos socioculturales de un pueblo. Mientras que la periodista Mariagrazia Villa nos habló sobre la importancia de contar historias para “vincular” la gastronomía con la cultura y lo fácil que es, dado que la comida está en la encrucijada de todas las áreas de nuestra vida.

Premio Virgo Turismo y Cultura 2019: el chef Antonino Montefusco y la presentadora de televisión Elisa Isoardi fueron premiados

Con motivo de la 4ª edición del Foro de Turismo y Cultura de la Fundación Biagio Agnes, se celebró el “Premio Virgo de Turismo y Cultura 2019”. Los ganadores fueron dos personajes que tuve la oportunidad de conocer y apreciar en vivo. El primero es Antonino Montefusco (del que hablaré en el próximo post) Chef Ejecutivo del Grand Hotel Excelsior Vittoria. Y luego un comienzo de la televisión italiana y presentadora del programa “La prova del cuoco”, que es Elisa Isoardi, quien mostró cómo la humildad y la capacidad de ser transparente es una mezcla ganadora. ¿Puedo volver a ver la televisión italiana? Digamos que al asistir a su entrevista, creó curiosidad en mí y probablemente veré algunos episodios de este programa.

Simona Agnes y la Fundación Biagio Agnes

Un “aplauso” virtual va al trabajo excepcional de Simona Agnes y su equipo. No solo por la elección de este espléndido resort italiano, sino porque fue capaz de involucrar (gracias a este evento) a periodistas, bloggers y, sobre todo, a los estudiantes del Instituto Estatal de Servicios de Hostelería y Hostelería. F. De Gennaro di Vico equense. Créame, no es fácil hacer un trabajo de este tipo (¡y sin usar Twitter! Si hubiéramos tenido esta oportunidad, le aseguro que el Foro terminó en temas de tendencia). Cada detalle ha sido estudiado en detalle y nada (pero nada en absoluto) se ha dejado al azar.

¿Pero quién es Simona Agnes? No te preocupes, pregunté, porque después de verla en el trabajo, la curiosidad y la admiración se hicieron cargo.

¡Ella es la presidenta de la Fundación Biagio Agnes!

Esto es lo que encontrarás en la web, pero créeme… Esto es demasiado simplista. La fundación lleva el nombre de su padre, pero en lugar de leer el comunicado de prensa para comprender lo que realmente es. Deberías preguntarle quién era Biagio Agnes y cuáles eran sus valores. Descubrirá la admiración y el amor por su padre y lo importante que es para ella honrar su vida y su trabajo, a través de la realización de una serie de iniciativas culturales. Pronto les diré “dónde comer y dónde dormir en Sorrento para unas vacaciones de ensueño” y “Qué ver en otoño en la ciudad de la península de Sorrento que ha conquistado mi corazón”.

Mi agradecimiento a la gran Isa Grassano, periodista y escritora (pero sobre todo una gran amiga) que una vez más fue la promotora de uno de mis sueños.

Post non sponsorizzato – Si ringrazia la Fondazione Agnes per questo gradito invito.