Molì, la calzatura made in Italy che sorprende non solo per il suo glamour

Molì, la calzatura made in Italy che sorprende non solo per il suo glamour

Cosa cercate in una calzatura?

Lo so, ognuna di noi risponderà in modo diverso… C’è chi dirà che vuole un modello originale in grado di abbinarsi con outfit diversi o chi invece confesserà che vuole una scarpa che la slanci ma che allo stesso tempo sia comoda. E probabilmente quasi tutte coincideranno con il pensiero che è molto difficile trovare la scarpa perfetta. La mia domanda invece è questa: ma davvero è così complesso trovarla? In realtà no, ma è necessario avere le idee chiare su ciò che si vuole e cercare con grande accuratezza. Io ho avuto la fortuna di trovare Molì, un brand made in Italy che mi ha incuriosito per il suo concept.

Molì è la scarpa confortevole che si può tenere ai piedi tutto il giorno senza però rinunciare al fascino e alla necessità di essere glamour.

Quindi una scarpa comoda, ma che allo stesso tempo segue le tendenze del momento. Ed io che amo i tacchi anche per gli stivaletti, ho deciso di mettere alla prova questi ankle boots prima di parlarvene. Li ho indossati per una giornata intera dedicata a pressday e finalmente vi posso raccontare la mia esperienza.

Perché ho scelto le calzature Molì e cosa mi hanno fatto consigliarvele!

Quando ho scoperto cosa ha motivato Ivana Molinari a creare questa collezione, mi ha incuriosito l’idea di provare uno dei suoi modelli.
Ho pensato a una scarpa per una donna moderna, impegnata e sempre di corsa.
Ecco come nasce Molì, esattamente con un’idea esatta di ciò che Ivana ha voluto per tutte le donne. Finalmente un marchio di scarpe di ottima qualità e fatte in Italia, che oltre ad essere comode e confortevoli, seguono anche i trend più seguiti del momento. Questi stivaletti che vi mostro oggi sono perfetti da abbinare con una gonna midi, con i pantaloni culotte e con i jeans. Io li ho apprezzati soprattutto perché sono molto versatili e capaci trasformare un look normale. Ma quello che ho amato di più è la comodità. Una giornata completa tra un press day e l’atro sempre di corsa, senza dolore ai piedi. A chi tocca muoversi da un lato all’altro della città in metro e tram, sa che spesso non avere mal di piedi è quasi impossibile.