Alla scoperta delle Donne in Azione con special K

Alla scoperta delle Donne in Azione con special K

PoweringYow! Ecco il progetto Donne In Azione di Special K

La settimana scorsa sono stata ospite di Special K a Milano, precisamente al centro Baliyoga, per scoprire chi sono le Donne in Azione. Anche se non dovrei svelarlo subito, vi confesso che la mia vera scoperta è stata quella di capire che tutte noi possiamo far parte di questa bellissima categoria. Come? Lasciatemi raccontarvi un progetto davvero speciale… anzi “Special K”.

Special K: vi presento le ambassador di Donne In Azione!

Come raccontarvi Donne In Azione? Iniziando con la presentazione di quelle che saranno le meravigliose quattro ambasciatrici della campagna: Vanessa Ferrari, Cristina Marino, Federica Fontana e Giorgia Surina. Le abbiamo ascoltate mentre ci hanno raccontato la loro routine giornaliera e mentre si sono confidate con noi su quelle che sono le loro esigenze. E grazie a quello abbiamo provato a rispondere alla domanda “Ma cosa vogliono le donne?”. Per capirlo è necessario comprendere come sono fatte e cosa fanno durante le sue giornate quotidiane.

Le sfide delle Donne In Azione raccontate grazia a Special K.

“Conciliare famiglia e lavoro”, ecco il dato interessante (ma anche scontato), che è emerso (soprattutto tra le mamme) negli studi commissionati dal team di Special K. Ma anche se questo è fondamentale e ovvio, è stato molto apprezzato (e personalmente bello) scoprire che le donne desiderano concentrarsi su se stesse per affrontare le sfide che si pongono e reggere lo stress. E pensate che sia tutto qui? No, le Donne In Azione desiderano avere più tempo per prenderci cura di se stesse! Quindi secondo voi, non apparteniamo tutte a questa categoria?

L’importanza della colazione come fonte d’energia?

Diciamolo pure, è anche grazie a marchi come Special K, che stiamo iniziando ad avere molto più consapevolezza di quanto sia importante questo momento. La dott.ssa Marta Carabelli ci ha ricordato che la colazione dovrebbe apportare tra il 20-25% di apporto nutrizionale energetico. Le colazioni possono essere strutturate in modo diverso, magari associandole ai gusti personali e in base anche alle stagioni. Questo perché è molto importante trasformare quel momento di alimentazione in un istante di gratificazione.