Ferrara: Esperienza sensoriale Bike&Boat sul Po di Volano

Ferrara: Esperienza sensoriale Bike&Boat sul Po di Volano

Oggi vi racconto, attraverso alcune immagini, una splendida esperienza sensoriale sul Po di Volano, che ho fatto qualche settimana fa. I mezzi di trasporto, che mi hanno permesso di viverla, sono stati il battello Nena e una bicicletta, che ci hanno portato alla scoperta di Sabbioncello San Vittore, la trattoria “La Paradora” e il Fienile di Baura. Questi posti sono stati in grado di coinvolgere i miei sensi e di conoscere una zona di Ferrara a me totalmente sconosciuta. E parlando proprio dei sensi, il tour che ho fatto, fa parte del progetto europeo Adrion 5 Senses. Il loro obiettivo principale è quello di proporre un approccio olistico capace di coinvolgere i nostri cinque sensi (la vista, l’olfatto, l’udito, il gusto e il tatto). In questo modo è possibile sviluppare un turismo sostenibile sulla linea Adriatica-Ionica. Siete pronti iniziare questo viaggio e per salire con me sul battello Nena? Sì, bene allora iniziamo.

A Ferrara potete realizzare una bellissima esperienza sensoriale Bike&Boat sul Po di Volano, che stuzzicherà i vostri cinque sensi.

Il nostro tour è iniziato presso la Darsena di Ferrara, dove siamo saliti sul battello fluviale Nena verso Sabbioncello San Vittore. Questa prima parte del nostro viaggio mi ha permesso di apprezzare paesaggi meravigliosi sul Po di Volano. Questo ramo del fiume, prima di gettarsi in mare, forma l’oasi Foce di Volano che rientra nella Riserva Naturale. Si tratta di un interessante ecosistema, dove si possono vedere arenili, pinete, flora erbacea e cespugliosa. E come fauna invece gallinelle d’acqua, folaghe e germani reali. Una volta arrivati a destinazione, è stato il momento di salire sulle biciclette per iniziare la seconda esperienza. Una passeggiata in mezzo alla campagna ferrarese, dove la vista è stata conquistata dai variopinti colori, che vediamo in natura in questa stagione autunnale. Un buon modo per rilassarsi, fare attività, respirare aria buona, ma soprattutto per stuzzicare la fame.

Tra i percorsi possibili, si possono fare La Via del Grande Fiume oppure la Via delle Corti Estensi.

Trattoria La Paradora: cucina tipica ferrarese e atmosfera giovale

Il momento culinario in questo viaggio, non poteva mancare e la passeggiata in bici ci ha portato alla nostra successiva fermata, ovvero alla trattoria La Paradora. E’ una tipica locanda emiliana, dove si possono degustare piatti di carne e di pesce, ma soprattutto i piatti tipici ferraresi. Qui ho potuto stuzzicare le mie papille gustative con il salame da succo, i buonissimi cappellacci di zucca e tant’altro. Un posto incantevole che vi consiglio assolutamente.

Fienile di Baura: una fermata perfetta per immergersi nella natura

E dopo quest’esperienza “saporita” il nostro tour non si è fermato. L’ultima tappa ha visto protagonista il Fienile di Baura. Un luogo immerso nella natura, gestito dalla Cooperativa Sociale Integrazione Lavoro, i cui spazi sono disponibili per organizzare eventi di vario tipo e non solo. Qui abbiamo imparato a realizzare la “Pasta fresca del Buonumore” e abbiamo scoperto le caratteristiche del pane tipico ferrarese.

Vi ho convinto a fare questa esperienza sensoriale? Bene, allora vi invito a scoprire tutti i progetti di Adrion 5 Senses.

Post non sponsorizzato – Si ringrazia SIPRO, agenzia provinciale per lo sviluppo, per questo gradito invito.